Diritto di opzione: definizione ed esempi

Diritto societario di opzione. Come si esercita il diritto d’opzione

Contenuto

    Serve quindi a mantenere inalterata la proporzione in cui ciascun socio partecipa, attraverso il voto, alla formazione della volontà sociale funzione amministrativa.

    Serve inoltre a mantenere inalterato il valore reale della partecipazione azionaria in presenza di riserve accumulate funzione patrimoniale ; valore che invece si ridurrebbe qualora le azioni fossero sottoscritte da terzi ad un prezzo inferiore al valore effettivo delle azioni già in circolazione.

    diritto societario di opzione

    Attualmente il diritto di opzione ha per oggetto le azioni di nuova emissione di qualsiasi categoria e le obbligazioni convertibili in azioni emesse dalla società. Esso compete agli azionisti di ogni categoria ed ai possessori di obbligazioni convertibili su tutte le azioni di nuova emissione. Il diritto di opzione è attribuito a ciascun azionista in proporzione del numero di azioni già possedute.

    diritto societario di opzione

    Gli amministratori non sono liberi di collocare a loro piacimento le azioni che siano rimaste inoptate. Il diritto di opzione degli azionisti è in tutto o in parte sacrificabile in presenza di situazioni oggettive rispondenti ad un concreto interesse della società.

    diritto societario di opzione